Allarme rosso per la mobilità sanitaria: esodo dei pazienti dal Lazio

mobilitasanita

“Nel nostro territorio regionale la mobilità passiva in tema sanità continua a rappresentare una grande criticità, che l’amministrazione Zingaretti non riesce a contrastare col giusto piglio. Ancora alti tassi di pendolarismo in altre regioni, cittadini che si fanno curare fuori il Lazio, con elevate spese per le famiglie dei malati e, più in generale, per il sistema sanitario regionale, che evidentemente presenta carenze e problematiche irrisolte, che conducono gli utenti a rivolgersi altrove. Il Lazio è al “top” della classifica tra le regioni col maggior indice di fuga: un dato preoccupante e impietoso che dimostra come ancora si debba lavorare, e tanto, a contrasto della desertificazione sanitaria in atto. Sollecitiamo il presidente Zingaretti e l’assessore D’Amato a fare meno trionfalismo sull’uscita dal commissariamento e più azioni mirate alla incentivazione delle prestazioni ospedaliere al fine di contenere maggiormente la mobilità passiva”.
Così, in una nota, il consigliere regionale del Lazio ed esponente nazionale di “Cambiamo con Toti”, Adriano Palozzi.

Condividi: