Scuole aperte ma disabili lasciati soli. “La Regione faccia la sua parte”

lauracartaginesebig

“Quella degli studenti disabili è una battaglia che va combattuta in ogni sede per fare in modo che i ragazzi e le loro famiglie abbiano garantito il diritto allo studio come ha ricordato anche oggi Matteo Salvini. L’approvazione della mozione della scorsa settimana è un primo passo ma la strada da fare è lunga e le mancanze fino a questo momento davvero troppe. In questi giorni sono stata contattata telefonicamente e fermata nel corso di vari incontri da molti genitori disperati per questa situazione. Fino ad ora solo grazie alla buona volontà delle reti sociali solide e solidali è stato possibile dare a tutti le stesse possibilità ma con grande fatica e con gravi carenze, penso ad esempio agli insegnanti che si trovano da anni in una situazione di precariato imbarazzante anche per questo Governo. Ci sono bambini disabili a casa perché mancano docenti di sostegno, per non parlare dei trasporti. Per ora l’impegno della Regione Lazio è stato nullo: mi aspetto interventi decisi e che ci sia davvero un cambio di passo nelle direzioni auspicate, a partire dall’audizione di martedì alla quale prenderà parte anche l’assessore Claudio Di Berardino. Meglio tardi che mai: sarebbe stato opportuno convocare questa specifica audizione mesi fa. Solo ascoltando le proposte della Lega ci potrebbe essere una vera ripresa dell’anno scolastico per i disabili”, lo dichiara in una nota la consigliera regionale del Lazio, Laura Cartaginese (Lega).