Accordo storico in sanità. “Lavoratori privati con pari diritto del pubblico”

sanitaprivata

 “L’obiettivo atteso da oltre 14 anni e’ stato raggiunto”. Queste le parole di Jessica Veronica Faroni, presidente Aiop Lazio, e di Michele Bellomo, presidente Aris Lazio in una nota congiunta dopo la ratifica della pre-intesa per il rinnovo del Ccnl del personale non medico della sanita’ privata.
“In questo momento particolarmente difficile, lavoratrici e lavoratori della componente della sanita’ privata – parte fondamentale del Servizio Sanitario Nazionale – si vedono di fatto riconosciuti gli stessi diritti di quelli della componente di diritto pubblico”. Viene cosi’ confermato e recepito quanto deciso dalla Conferenza Stato-Regioni che aveva disposto che ogni Regione provvedesse – con risorse a carico del Fondo Sanitario regionale – al riconoscimento della compartecipazione al 50% per il rinnovo del Ccnl del personale non medico della sanita’ privata.
“La norma di salvaguardia richiesta dalle nostre Associazioni, se fosse stata concordata, avrebbe garantito le strutture e i lavoratori di quelle Regioni che, ad oggi, ancora non hanno adottato i provvedimenti per dare seguito agli accordi di compartecipazione del 50% agli oneri del rinnovo”. Pertanto i vertici di Aiop e Aris Lazio riservano un “particolare ringraziamento” al presidente Zingaretti e all’assessore alla Sanita’ e integrazione Socio-Sanitaria, Alessio D’Amato, che “sono stati tra i primi – gia’ dal 15 settembre – ad adottare apposita deliberazione”.

Condividi: