M5S: sul nucleare propaganda a fini elettorali della Lega

movimento 5 stelle

Presa di posizione da parte delle deputate e dei i deputati del MoVimento 5 Stelle nelle commissioni Attività produttive e Ambiente: “Salvini manda comunicati in ogni regione per protestare contro il deposito unico, le truppe leghiste fomentano le proteste, l’ex sottosegretaria Vannia Gava critica il governo: come al solito strumentalizzano per fini elettorali”.

“Ricordiamo che proprio l’allora sottosegretaria all’Ambiente – spiegano le deputate e i deputati del M5S – per giunta con delega in materia di nucleare e rifiuti radioattivi, Vannia Gava, in audizione al Senato il 14 marzo 2019 aveva definito indispensabile il deposito unico nazionale, esponendo un cronogramma che è praticamente lo stesso attuato oggi dai ministeri dello Sviluppo economico e dell’Ambiente”.

“Insomma, quello che aveva detto lei in audizione è esattamente quello che si sta facendo, ma mentre ieri andava bene oggi è da contestare nella speranza di raccattare qualche voto in più. Non è cambiato nulla rispetto a quando c’era lei come sottosegretaria e si sta proseguendo in trasparenza con quanto già previsto e riportato nella sua audizione, con il coinvolgimento dei territori”.

Il M5S ricorda inoltre che al referendum del 2011 contro il nucleare l’allora Lega Nord non lasciò libertà di voto e dichiara che “se fosse stato per loro e per i loro alleati il via libera a nuove centrali avrebbe creato un problema ancora maggiore di quello attuale con i rifiuti radioattivi”.

Per il MoVimento 5 stelle, la priorità è invece evitare che i depositi temporanei disseminati lungo lo Stivale, anche nella Regione Lazio, possano determinare rischi per l’incolumità dei cittadini e, allo stesso tempo, garantire la massima partecipazione e trasparenza all’iter che porterà all’individuazione del deposito unico soltanto con il consenso e la libera scelta della comunità e del territorio coinvolti.