Fabrizio d’Alba saluta il San Camillo: “Grazie a tutti. Porterò con me i vostri sorrisi”

fabrizio-dalba-dg-san-camillo

Fabrizio d’Alba è stato nominato nuovo direttore dell’azienda ospedaliera Umberto I. Un incarico autorevole che segue quello di Dg presso il San Camillo-Forlanini, che oggi ha dovuto lasciare. Non prima però di aver dedicato però un pensiero su questi anni al vertici del noto nosocomio romano. Questo il suo commiato, diffuso anche via social.

“Termina oggi il mio incarico da Direttore generale al San Camillo Forlanini. Lascio questa Azienda professionalmente ed umanamente più ricco, perché consapevole di aver fatto insieme a voi tutti un pezzo di cammino importante.Aver condiviso un’esperienza professionale unica e non facile sin dall’inizio, resa ancor più impervia dall’arrivo dalle pandemia Covid.

Voglio spendere queste parole di saluto per dare forma e sostanza a ciò che porto via da questa esperienza. Una ricchezza umana che, andando oltre il mio ruolo da Direttore, ho incontrato quotidianamente in voi tutti e che rappresenta un bagaglio prezioso, e non scontato, che l’Ospedale San Camillo mi lascia. Porterò dentro di me l’umanità che ho conosciuto in voi tutti durante questi quattro anni in cui abbiamo condiviso progetti importanti, molti realizzati, ma anche momenti di difficoltà e frustrazioni.

Uomini e donne con i quali non è mai venuto meno il sentire comune di essere parte – ognuno con la propria funzione – di un progetto collettivo che si chiama salute pubblica, la cui difesa e fortificazione mai come in questo momento è obiettivo prioritario. Lascio il San Camillo per andare a dirigere un altro grande ospedale. Una sfida professionale importante che affronterò con voglia e determinazione, con la speranza di poter vivere anni significativi e belli come quelli passati con voi.

Porterò con me i sorrisi, i saluti, gli sguardi di moltissimi di voi, Gesti spontanei che ogni giorno, in questi anni, mi hanno sostenuto ed aiutato a proseguire il mio impegno all’Ospedale San Camillo, azienda che ho rappresentato con orgoglio, consapevole del gran valore espresso dai professionisti che ci lavorano.

In questi anni non ho mai avvertito “la solitudine del capo”, perché costante è stato l’impegno del gruppo della Direzione strategica che, nelle sue componenti, ha sempre garantito energia e professionalità necessarie ad affrontare i problemi e raggiungere gli obiettivi.

A loro, oltre l’augurio di buon lavoro, lascio il compito di farsi testimoni del mio saluto sincero a Voi tutti.Grazie ancora di questi anni.Fabrizio d’Alba