CULTURA/ TORNA IL PREMIO LEONARDO AZZARITA, C’È ANCHE DE GIOIA. PANSINI: “EDIZIONE IMPORTANTE”

77D50CB5-0903-4576-935A-C1C99F8F56C4

Una edizione importante e autorevole, la numero 18 del noto Premio Leonardo Azzarita, che anche quest’anno attribuirà rilevanti riconoscimenti a personaggi del mondo delle istituzioni, del giornalismo, della cultura e delle professioni”. Commenta così l’organizzatore, Giuseppe Pansini, per una iniziativa ormai punto di riferimento del nostro paese, prevista quest’anno per il prossimo sabato 7 maggio alle ore 18.30 presso l’Aula Magna Mons. Ladisa del Pontificio Seminario Regionale Teologico Pugliese PIO XI, a Molfetta. In questo 2022 saranno sei i vincitori della diciottesima edizione del Premio Leonardo Azzarita, tradizionale appuntamento per onorare tanti professionisti nel settore del giornalismo, della comunicazione, delle istituzioni, professioni, manager e cultura.
La commissione presieduta da Giuseppe Pansini ha stabilito i nomi scegliendo tra una rosa di candidati davvero folta.
“Sarà una edizione quella del 2022 molto attenta al sociale e ai due tristi anni che ci lasciamo dietro, nei quali abbiamo dovuto sospendere il Premio”. Per il settore “Istituzioni”, in particolare, il Premio Azzarita al Magistrato molfettese Dottor Valerio de Gioia, Giudice del Tribunale penale di Roma e autore di numeri volumi, il più recente con la giornalista del TG1 Adriana Pannitteri dal titolo “In nome del Popolo Televisivo”. “È un grandissimo onore e una grandissima responsabilità ricevere questo premio – sottolinea de Gioia -, che mi gratifica molto, sopratutto perché giunto al sottoscritto inserito in una rosa di nomi autorevolissimi del mondo delle istituzioni e della società civile. Grazie di cuore”.