Da fb di Paolo Mengoli – Questione Nazionale Cantanti

389AB02C-F56C-43FE-9340-81AD6697AD1B

Da fb di Paolo Mengoli – Questione Nazionale Cantanti

In riferimento all’intervista rilasciata da Gianluca Pecchini, ex (spero solo temporaneamente) presidente della Nazionale Italiana Cantanti, rilasciata a Selvaggia Lucarelli, sono ad esporre il mio pensiero sino ad ora mai pubblicato!!!!!….. La verità verrà a galla e probabilmente certi personaggi di passaggio in questo “transito terrestre”( come ha scritto e cantato il maestro Franco Battiato) non so se avranno l’intelligenza di tornare sui propri passi, perché, come si usa dire, “la madre degli imbecilli è sempre incinta” e possono cambiare idea, ma loro sono di una categoria che disonorerebbero anche gli imbecilli. Cari “leoncini da tastiera” abbassate la criniera ed abbiate il coraggio e l’onestà di invitare tutti i vostri followers a chiederci scusa, con la stessa veemenza e intensità usata per aizzarceli contro, anche se le vostre scuse per noi sarebbero soli un palliativo!!!! E adesso mi rivolgo a tutti quei colleghi, che evito di chiamare artisti, solo per il fatto che, l’arte è una sezione culturale, della quale non meritano di farne parte, che cavalcano, non si sa per quale motivo, l’onda mediatica e che si sono vergognosamente scagliati contro la Nazionale Cantanti, senza sapere come realmente si sono svolti i fatti!!!! Ma la cosa che più mi ha fatto male è stata la mancanza di coerenza e sensibilita, dimostrata da quei, se pur pochi, cantanti o personaggi del mondo del web e non, che, anche se hanno condiviso con noi decenni di storia legata alla solidarietà, hanno preferito defilarsi o scagliarsi contro la Nazionale Cantanti, infangandola e danneggiando così la raccolta fondi!! Caro Gianluca devi fortemente riprendere in mano le redini di questa grande, meravigliosa, stratosferica ed inimitabile iniziatitiva, che non ha eguali nel mondo!!! Cari signori, siete stati, si, “vigliaccamente” un “fulmine a ciel sereno” il quale avrebbe potuto infangarci e danneggiarci, ma che si è infranto contro un parafulmine indelebile nel tempo: LA NOSTRA E ONESTA STORIA!!!! Ad maiora!!!!

Condividi: