Viabilità e parcheggi: “chiusa senza avviso” l’area parcheggio della piazza di Trigoria

A08A7F15-D2E9-49D4-BF22-58AC1BE8E648

Riceviamo e pubblichiamo:

“Il centro del quartiere di Trigoria è costituito da una grande area a verde che ai trigoriani piace definire “piazza” costeggiata da una strada ad anello che ne lambisce i tre lati del perimetro. Intorno alla piazza sorgono abitazioni ed attività commerciali, un supermercato con parcheggio, la grande farmacia e di fronte il bar storico del quartiere, una pizzeria, parrucchiere estetista, dentista, tatuatore. Un sacco di roba insomma, tutta su strada e senza possibilità di parcheggio. Le attività già per questo motivo in sofferenza da anni un paio di giorni fa si sono viste chiudere all’improvviso l’area carrabile situata all’interno della piazza che a spese dei commercianti era stata adibita a parcheggio per circa 20 auto, destinata agli utenti. Di fatto il costruttore della palazzina che ha realizzato anche la piazza ha fatto costruire in fretta un marciapiede chiudendo quindi il parcheggio sostenendo che il Comune non prenderebbe mai in carico l’area non delimitata su tutti i lati. I residenti , membri del coordinamento di FdI municipio IX Emanuele Molinaro con una raccolta firme e Laura Pasetti con la richiesta di una interrogazione in Comune promossa dal Consigliere capitolino di FdI Andrea de Priamo, si sono attivati per portare all’attenzione delle istituzioni il grave danno generato ai commercianti ed ai cittadini tutti. Nei prossimi giorni il Consigliere municipale Simone Sordini chiederà la immediata convocazione di una Commissione trasparenza per capire cosa sia realmente accaduto ed i motivi per i quali il parcheggio previsto nel vecchio progetto di Roma metropolitana non sia mai stato realizzato. FdI attraverso i suoi esponenti municipale e capitolino chiede così risposte concrete per la soluzione in tempi brevi del problema della carenza di parcheggi a Trigoria, nella piazza e nelle aree adiacenti, allo scopo di rendere fruibile il quartiere ai suoi cittadini residenti, in sicurezza e con la maggiore comodità possibile”.