Su liceo Mercuri di Marino ecco le parole di Cacciatore

B3C07E41-AF7A-45F0-8A10-425B32F039A5

Questa mattina, dopo averne discusso nelle scorse settimane in Commissione, abbiamo visitato il Liceo Mercuri di Marino, che necessita di lavori di messa in sicurezza.
Sulla questione l’ex Sindaco Colizza aveva proposto la predisposizione di alcuni moduli temporanei presso un parcheggio adiacente agli edifici scolastici, che avrebbe anche il vantaggio di far rimanere gli studenti vicino ai laboratori. Il Sindaco Cecchi aveva però proposto una serie di altre strade, tutte impossibili da percorrere.
Oggi qualche passo avanti da parte dell’amministrazione comunale sembra sia stato fatto. O meglio, il Sindaco Cecchi ha ceduto in parte dicendo che vanno bene tutte le soluzioni, purché si faccia presto. In particolare, sostiene che gli uffici tecnici del Comune di Marino e di Città Metropolitana sembra ritengano che il sito scelto dall’amministrazione di Colizza sarebbe proprietà di privati. In entrambi i casi non ho mai avuto la fortuna di leggere nulla di scritto in merito. Come ho precedentemente sottolineato, però, sull’area esiste già un parcheggio a uso pubblico. Inoltre, è di competenza comunale la pianificazione Paesistica e non credo sia nelle sue funzioni invece stabilire l’idoneità del sito. Piuttosto, forse il Comune che risulta proprietario dell’immobile, potrebbe inserire lo stabile, compresa la chiesa attigua che è parte dello stesso stabile e che necessita di messa insicurezza, tra i progetti di riqualificazione pnrr (e non mi risulta lo abbia fatto). Esistono le procedure di somma urgenza, che possono abbreviare ogni passaggio. Certo è che mentre sugli altri siti gli ostativi sono ben più gravi, il sito che era già stato individuato consentirebbe alle studentesse e gli studenti di raggiungere facilmente i laboratori, che restano attivi perché per fortuna non pericolanti.
Da parte mia, ho tentato di proporre la soluzione più rapida ed efficace. Non possiamo perdere altro tempo cercando siti alternativi, visto che ne esiste già uno individuato: almeno su questo, noi politica dobbiamo convergere così che le procedure burocratiche, che comunque dovranno fare il loro corso anche se in urgenza, possano procedere spedite nella loro autonomia.
In questo momento sono le Istituzioni competenti (Città Metropolitana come gestore scolastico e il Comune di Marino) a dover intervenire e alla svelta.
Un ultimo appello mi sento di farlo alla sinergia istituzionale, che deve sempre superare le differenze ideologiche e personali – soprattutto quando bisogna risolvere i problemi della cittadinanza. Lo dobbiamo alla splendida comunità di Marino. Chi come il Sindaco di Marino, pretende di far prevalere rapporti personali pessimi come quelli col sottoscritto (e ho i miei motivi) per opporsi alla mia proposta di agire in collaborazione, ciascuno facendo il massimo, per risolvere al più presto il problema, non rende secondo me il dovuto servizio alla cittadinanza, che il nostro territorio meriterebbe.

Condividi: